Music

METAFORA DI UN VIAGGIO REVISITED – Arditi voli di cervelli attenti (2017)

Dopo il successo della prima stampa, Sezione Frenante presenta la ristampa “Metafora di un viaggio revisited” completamente rinnovata e con l’aggiunta di tre brani inediti. Infatti, oltre ad offrire grandi contenuti, presenta la nuova formazione ed una nuova masterizzazione dei brani, per meglio apprezzare le magiche atmosfere del lungo viaggio immaginifico che attraversa l’essenza dell’uomo. Il progetto iniziale si è ispirato al poema dantesco traendo suggestioni dalle opere di alcuni pittori e artisti del passato: Tintoretto, Hieronymus Bosch, Paul Gustave Doré, i quali hanno bene rappresentato le gioie e i tormenti dell’animo umano.
Per ringraziare i fans, la band ha deciso di arricchire l’album con tre brani: il primo è una favola rock che racconta di un sentimento perduto in un mondo immaginario; il secondo è una suite ispirata al “Decamerone” del Boccaccio. Nel brano viene usato un coro polifonico gregoriano ed un quartetto d’archi. In chiusura un brano composto da “Le Orme” e da loro eseguito solo durante i concerti: “Truck of Fire”, rielaborato e tradotto in “Carro di Fuoco”.

Alessandro Casagrande > batteria e percussioni
Sandro Bellemo > basso
Mirco De Marchi > tastiere
Doriano Mestriner > chitarra elettrica
Antonio Zullo > chitarra acustica
Luciano Degli Alimari > voce
Francesco Nardo > cori

BONUS TRACKS (Tracce 11-13)
Alessandro Casagrande > batteria e percussioni
Sandro Bellemo > basso
Mirco De Marchi > tastiere
Antonio Zullo > chitarre (elettrica, acustica), flauto dolce
Luciano Degli Alimari > voce
Coro Thomas Tallis > gregoriano (Traccia 12)

Musiche, testi e arrangiamenti > Sandro Bellemo e Sezione Frenante
Registrato presso “Il Passo Studio” da Federico Berto
Missaggio e mastering di Pierluigi “Gigi” Campalto
Copertina e progetto grafico di Adriano Bertarello
Prodotto dalla Ma.Ra.Cash Records

METAFORA DI UN VIAGGIO – Arditi voli di cervelli attenti (2014)

Metafora di un viaggio è un concept album di dieci tracce, quarantatre minuti di musica, nella tradizione di “Felona e Sorona” (descritto come classico sinfonico di rock progressivo). Una miscela di composizioni brevi creano un flusso di ispirazione classica dai motivi melodici, che a lungo andare ricordano band come Le Orme, Locanda delle Fate, Biglietto per l’Inferno e PFM. Molta di questa musica è stata originariamente composta negli anni settanta, vi è quindi una certa sensazione d’epoca, ma la band ha fatto in modo di temperare quei suoni classici con alcuni elementi più recenti.
Pubblicato nel 2014 dalla Ma.Ra.Cash Records, il concept album è un viaggio introspettivo nell’animo umano, ispirato al poetico viaggio di Dante Alighieri, che dalle tenebre approda nell’ambiente in cui l’uomo esprime il meglio di se, soffocando la sua natura riprovevole. Questo viaggio immaginifico dà vita ad atmosfere irreali che esprimono emozionalmente i vari passaggi. Anche i testi sono frutto di accurate ricerche, prendono spunto dalla storia antica e mitologica, dalle opere di Hieronymus Bosch e naturalmente dalla rilettura della “Divina Commedia”.

Alessandro Casagrande > batteria e percussioni
Sandro Bellemo > basso
Mirco De Marchi > tastiere
Doriano Mestriner > chitarre
Francesco Nardo > voce

Musiche, testi e arrangiamenti > Sandro Bellemo e Sezione Frenante
Registrato presso “Il Passo Studio” da Federico Berto
Missaggio e mastering di Pierluigi “Gigi” Campalto
Copertina e progetto grafico di Adriano Bertarello
Prodotto dalla Ma.Ra.Cash Records

Acquista online self.it